mercoledì 4 maggio 2011

Il contrabbando

Cerco di essere particolarmente sensibile a quello che mangiamo, non sono proprio fissata, ma quantomeno attenta. Per la verdura sono molto fortunata, mia suocera cura un orto meraviglioso e ci foraggia a sufficienza. Per tutto il resto o compro bio o autoproduco. Il pane ad esempio non lo compro mai, lo autoproduco con la pasta madre. Sabato scorso ho dedicato la giornata all'arte della panificazione e i risultati sono stati più che soddisfacenti.

Ecco il mio impasto. Produzione di pane e grissini.

Ma veniamo a noi, la merenda. Ieri ho proposto a Viola una nuova leccornia, il contrabbando appunto. Quando ero piccola era la merenda che più spesso i miei genitori mi propinavano, e io ho finito con l'odiarla ovviamente, ma adesso la rivaluto. Invidiavo le mie amiche che potevano mangiare le merendine confezionate con tutto quel cioccolato, e a me invece cosa davano?Il contrabbando. Solo ora capisco la sua ricchezza, la genuinità e la semplicità; chissà se anche mia figlia odierà il pane fatto in casa, le torte della sua mami o se sarà migliore i me???
Ecco la ricetta (attenzione che è molto complessa e solo le cuoche più esperte riusciranno a prepararla!?)

CONTRABBANDO

Pane
Olio evo
Parmigiano

Prendere una fetta di pane, inumidirla con un po' di olio e grattarci sopra un po' di parmigiano.
Se le istruzioni non sono state abbastanza chiare ecco le foto.
 Pane autoprodotto.


La bellezza della semplicità.
Mami

2 commenti:

UMBERTO ha detto...

Difficile garantire una posizione super partes...e non me ne vogliano i garantisti della legalità...tuttavia devo assolutamente intervenire: evviva il contrabbando!!
Evviva il pane (squisito) e che sballo i grissini...SLURP!!
Grassie "panetera!!"

Papi

mammabucolica ha detto...

:)