venerdì 16 dicembre 2011

L'albero del fare

Oggi passeggiata nei boschi, ringrazio la signora Betulla per averci donato i suoi rami.
Il nostro albero quest'anno sarà bianco e rosso. Evviva la semplicità, evviva il fare.
Non mi basta più dire non mi piace il Natale del consumismo...quest'anno vado oltre. Abbiamo autoprodotto tutte le decorazioni dell'albero. Ho preparato le palline di stoffa come nel post precedente con scampoli di stoffa, Viola aveva già colorato le formine di pasta di sale, ho fatto seccare delle fette di arancia sul termosifone, ho trovato in giro per casa due pigne, e all'ultimo sempre Viola ha creato dei disegni e ritagliato gli stessi per appenderli poi all'albero. Solo le luci non sono autarchiche, ancora non mi è venuta l'ideuzza per crearle, mai dire mai...





Ancora non ho ben chiaro dentro di me quale voglio che sia il messaggio del Natale da passare alle bimbe, sto elaborando e ragionando, so per certo però cosa non voglio che sia il Natale. Per ora il nostro Natale è vivere l'attesa, con il calendario dell'Avvento, è la luce, piccola e flebile ma che non si spegne e ci scalda i cuori.
Mami

1 commento:

Marta-Veganswiss ha detto...

Ma che bello il vostro albero :-)